Chi sono

Mi chiamo Alessandro Spano, sono nato il 29 settembre 1993 e da sempre abito a Locarno.

Dopo le scuole medie di Via Varesi ho frequentato, per un anno, il Liceo di Locarno. Da settembre 2009 ho frequentato la Scuola Cantonale di Economica e Commercio di Bellinzona (SCC), che ho terminato nel giugno del 2013 quando ho conseguito la maturità bilingue italiano-francese. In poche parole ho seguito per due anni geografia, economia politica, storia e matematica completamente in francese. È stata un'esperienza che si è rivelata fantastica! Mi sono trovato a mio agio, sin dall'inizio, sia con le materie che con i compagni

Dal 2009 sono membro dei Giovani Liberali Radicali Ticinesi. Il mio primo anno è stato, a dir poco, di fuoco. Dapprima ci siamo lanciati (e avevo solo 16 anni!) in un'iniziativa costituzionale cantonale chiamata “Le pacche sulle spalle non bastano", che è stata firmata da ben 12'102 ticinesi. Un risultato senz'altro inaspettato. Nel 2011 ho avuto l'occasione di seguire da vicino le Elezioni Cantonali e Federali; è stata un'esperienza che mi ha insegnato molto: ho conosciuto molta gente, con cui ho potuto scambiare due (a volte anche di più!) chiacchiere e imparare cose nuove. Affacciarsi a soli 17 anni sulla Politica Federale e su temi come l'energia, l'economia e la sanità vi posso assicurare che è una cosa fantastica! Ovviamente c'era - è c'è ancora oggi - molto da imparare.

Da dicembre 2011 ad ottobre 2015 sono anche stato segretario dei Giovani Liberali Radicali Locarnese e Valli.

Dopo tutto questo apprendistato dietro le quinte, nel 2012 ho deciso che di mettere in gioco me stesso, candidandomi al Consiglio Comunale per la Città di Locarno. È stata un'esperienza bella e divertente, che mi ha permesso di raccogliere - inaspettatamente - ben 1'350 voti.

Nel settembre 2013 (dopo aver fatto la scuola reclute a Wangen an der Aare) ho cominciato i miei studi di diritto all'Università di Friborgo.
Due mesi dopo - a novembre - sono diventato vice presidente dei Giovani Liberali Radicali Ticinesi (GLRT): siamo un bel gruppo di amici che di tanto in tanto si ritrova a fare politica!

Nel settembre del 2014 ho deciso di scendere in campo per il Canton Ticino, candidandomi per il Gran Consiglio. Il distretto PLR Locarno ha deciso di darmi fiducia e ce l'ho messa tutta per non deludere le aspettative. Ho ottenuto la bellezza di 33'908 voti per il Gran Consiglio, di cui 4'026 preferenziali: un risultato inaspettato che mi ha motivato a continuare a lavorare!

Il 31 ottobre del 2015 sono diventato Presidente dei Giovani Liberali Radicali Ticinesi. Una nomina tanto bella quanto impegnativa. Dopo la vittoria alle elezione cantonali ad aprile 2015 (abbiamo più parlamentari di Verdi e UDC...) e la vittoria nella votazione popolare contro l'aumento della tassa di circolazione, ora arriva il difficile: rimanere sulla cresta dell'onda e continuare a fare bene. Ma insieme al Comitato e tutta GLRT sono convinto che riusciremo a fare grandi cose!
Nel mio partito c'è molto entusiasmo e molta voglia di tornare a scrivere una nuova pagina di Storia per questo nostro bellissimo Cantone.

Ad aprile 2016, invece, sono stato eletto Consigliere Comunale a Locarno con 1'981 voti, di cui ben 532 preferenziali! Il lavoro non manca, ma la voglia di rimboccarsi le maniche per Locarno e i Locarnesi è tantissima.

Dopo due anni alla testa di GLRT, nell’ottobre del 2017 ho passato il testimone del movimento giovanile cantonale al mio successore. Ho quindi lasciato la presidenza, ma sono rimasto a disposizione del nuovo Presidente per dare continuità al lavoro di questa bella squadra.

Ma non c'è solo lo studio e la politica nella mia vita. Mi piace molto lo sport, soprattutto il calcio, l'hockey (le mie fedi sono tutte bianconere...) e lo sci. Non ho solo giocato a calcio, ma ho anche allenato per alcuni anni gli allievi E del FC Locarno. Appena posso cerco di fare una scappata alla Resega o a Cardada, il mio posto preferito a Locarno.

Adoro anche leggere libri e ascoltare della buona musica. Spesso, inoltre, mi diverto anche a scrivere articoli per i giornali.


Seguimi su Facebook!

« Il successo non si misura sui soldi che hai guadagnato ma sulla differenza che sei riuscito a fare nella vita delle persone. »

Michelle Obama

responsiva.ch